Vai ai contenuti

Menu principale:

Rocciamelone

Luoghi da vedere
Oggi la vetta del Rocciamelone alta 3538 metri è molto frequentata dagli escursionisti e dai pellegrini particolarmente avventurosi, in particolare in occasione della festa della Madonna.
Nel medioevo era considerato la più alta cima delle Alpi.
Questa convinzione, che oggi sappiamo errata, era supportata da diversi fattori: il monte infatti incombe su Susa con un balzo che supera i tremila metri; inoltre era ben visibile per la sua caratteristica forma conica dalla frequentatissima Via Francigena, che portava oltralpe attraverso il Moncenisio, palesandosi anche al viaggiatore più distratto in un periodo in cui vaste zone alpine erano pressoché inesplorateNeve che si svolge ogni anno il 5 agosto.
Sulla sua sommità vi si trovano il santuario più alto d'Europa, intitolato a Nostra Signora del Rocciamelone e una statua in bronzo, dedicata sempre alla Madonna, realizzata nel 1899 ed inaugurata il 28 agosto di quell'anno grazie ad una grandiosa sottoscrizione di 130.000 bambini di tutta Italia, ideata dal Vescovo di Susa Mons. Edoardo Giuseppe Rosaz. La statua, portata in vetta a spalle dagli alpini del battaglione "Susa" appartenenti al 4º Reggimento alpini (era stata preventivamente divisa in otto pezzi), è alta 3 metri ed ha al suo interno una fitta armatura di rinforzo e sostegno in ferro dal peso complessivo di ben 800 kg.
Oltre a ciò sono presenti un rifugio, detto Rifugio Santa Maria, da 15 posti per le emergenze, e un busto del re Vittorio Emanuele II il quale aveva effettuato proprio la salita al Rocciamelone nel 1838 quando, all'epoca, era ancora solo principe di Sardegna. Sul versante ovest, a quota 3.200 m, è presente un ghiacciaio nel quale, nel 1985, si è formato un lago che è andato via via ingrandendosi a causa delle estati calde che hanno determinato la fusione del ghiaccio.
Ogni anno a marzo i pastori e i malgari delle valli di Susa e limitrofe dedicano una grande cena alla Madonna del Rocciamelone, chiedendo la grazia per le mandrie che saliranno in alpeggio l'estate seguente, esibendo campane e campanacci dipinti.
Fonte : https://it.wikipedia.org/wiki/Rocciamelone
Torna ai contenuti | Torna al menu